Custom Search 1

Preventivo domotica gratuito

La domotica AVE nell’azienda vinicola Villa Rinaldi

L’azienda vinicola Villa Rinaldiha reso i propri spazi ancora più pregiati, oltre per ciò che custodiscono, anche per l'ambiente stesso dove ciò avviene integrando all'interno della propria struttura la domotica AVE.

Grazie a DOMINA plus, ogni stanza può esser supervisionata e gestita autonomamente ricreando le condizioni che meglio si preferiscono. Un presupposto che, quando si tratta di vini pregiati, diviene necessità soprattutto per quanto riguarda l'influenza che possono avere luce e calore sull'invecchiamento del vino.
 La domotica AVE nell’azienda vinicola Villa Rinaldi

Nel caso dell’azienda vinicola Villa Rinaldi, la committenza aveva la necessità di poter supervisionare da 4 postazioni la situazione delle temperature delle 9 stanze all’interno della villa e dei locali di deposito ed immagazzinamento dei vini, oltre al locale dell’invecchiamento delle barrique e di gestire varie regolazioni, sia per le luci che per la diffusione sonora utilizzata durante le presentazioni ai clienti.
 
Abbracciare soluzioni avanzate come questa inoltre non significa dover rinunciare all'attenzione verso i particolari ma, anzi, grazie ad AVE sono proprio i particolari a venir messi in risalto. Sulla scia del buon gusto, anche i nobili spazi marmorei delle Cantine Villa Rinaldi si sono modernizzati grazie ad AVE senza che la separazione potesse in alcun modo essere avvertita. La serie Civile Domus 44 anzi diviene uno degli elementi principi della raffinatezza che contraddistingue le Cantine Villa Rinaldi, che hanno scelto le placche VERA in vetro bianco lucido: un tocco d'eleganza per celebrare il vino e il suo tempio.

Domotica AVE: perché installarla in un’azienda vinicola?

La domotica AVE nell’azienda vinicola Villa Rinaldi

Le possibilità sono molteplici: nel caso di Villa Rinaldi si può regolare la temperatura dell’aria nei vari locali per mantenere sia il comfort degli occupanti che la stabilità del prodotto.
 
In altre situazioni si ha la possibilità di gestire attraverso logiche AND/OR e con un dispositivo esclusivo AVE, l’interfaccia multisensore 53ABAN02, addirittura le temperature delle botti utilizzate per lo stoccaggio, regolando il passaggio di acqua calda e fredda necessaria alle varie fasi di lavorazione: dall’avvio della fermentazione portando il vino a 35°C, fino a ghiacciarlo a -5°C per la precipitazione tartarica. Ovviamente tutto questo può essere gestito anche da remoto attraverso l’app dedicata in modo del tutto intuitivo per l’utente, proprio come l’accensione di una normale luce in salotto o le classiche funzionalità che si richiedono all’impianto domotico.

Search